Torna a Disturbi del sonno

Russamento o roncopatia

Vibrazioni (poco) positive.

Il russamento è una vibrazione dei tessuti molli della faringe, ovvero palato, ugola, pilastri palatini e lingua, dovuta alla difficoltà dell’aria inspirata a passare nelle vie aeree superiori, poiché parzialmente ostruite. Quando l’occlusione è completa, l’aria non passa, e si verifica un’apnea, con la conseguente interruzione dell’attività respiratoria. E purtroppo, durante il sonno, questi episodi possono capitare di frequente.

Le cause del russamento da considerare

Quando russiamo il suono può essere piuttosto sgradevole: cerchiamo allora di capire meglio le cause, soprattutto per chi ci sta accanto. Tra quelle principali troviamo l’avanzare dell’età, il sovrappeso, l’obesità, l’utilizzo di tranquillanti e le alterazioni anatomiche come una deviazione del setto nasale, un’ipertrofia adenotonsillare, o una poliposi nasale.

Piccoli e pratici consigli

Esistono dei piccoli e pratici consigli da prendere in considerazione per limitare o diminuire il russamento. La prima linea di trattamento è quella di evitare il consumo di alcol, di farmaci ipnotici (come benzodiazepine) e il fumo, di dormire poco durante la notte e soprattutto in posizione supina. Oltre ad offrire questi consigli, è inoltre importante ricordare che il russamento può essere il primo allarme di un’Apnea Ostruttiva del Sonno (OSAS).

Chiamaci per fissare un appuntamento

Richiedi la polisonnografia a domicilio,
fissa l’appuntamento

Dal lunedì al giovedìì 9.30-13.00 e 14.00-18.00
Il venerdì 9.30-13.00 e 14.00-16.30

Sono qui