Il brand Sapio specializzato nella cura del sonno

telefono

Numero Verde

800 635 040

Spedizione
gratuita

Risultati per: apnee ostruttive nel sonno

Come mantenere la giusta alimentazione in quarantena?

L'alimentazione in quarantena deve essere curata con particolare attenzione da parte di chi è soggetto a patologie per le quali il sovrappeso è un fattore di rischio. Tra queste ci sono sicuramente le apnee notturne. Come evitare di peggiorare la situazione? Leggi i nostri consigli.

Coronavirus: quali rischi per i pazienti con apnee notturne? Il parere dell’esperto

Qual è il legame tra Coronavirus e apnee notturne? Quali sono i rischi e le possibili conseguenze? Ne parliamo con il dott. Carlo Iadevaia, pneumologo.

Le apnee notturne nel mirino del legislatore

L'attenzione del legislatore verso le apnee notturne è in crescita, prova ne sono due risoluzioni presentate in Parlamento e finalizzate a migliorare i processi di diagnosi e cura della malattia a livello nazionale. Diffusione, impatto sulla salute e costi sanitari sono i principali campanelli d'allarme.

Sintomi e rischi dell’Apnea Ostruttiva nel Sonno

La sindrome da apnea ostruttiva nel sonno, in inglese OSAS (Obstructive Sleep Apnea Syndrome) è una patologia che porta all'alterazione del sonno ristoratoratore del soggetto, provocando russamento e sonnolenza diurna. Essa è causata dal collasso delle vie aeree superiori e provoca la cessazione del respiro per periodi superiori a 10 secondi. Solo l’interruzione del sonno ripristina il tono dei muscoli dilatatori delle vie aeree, permettendo l’apertura delle vie e la ripresa del respiro.

Sindrome ipoventilazione-obesità

Quando il respiro diventa affannoso

La sindrome ipoventilazione-obesità, conosciuta anche come sindrome di Pickwick, è una particolare condizione patologica dell’obesità (soggetti con BMI>30Kg/m2) associata a un quadro di apnee ostruttive durante il sonno che provoca un aumento di anidride carbonica nel sangue , in assenza di altre cause note di ipoventilazione, come una BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva).

Perché si russa?

Vibrazioni (poco) positive.

Il russamento è un fenomeno molto diffuso, ma altrettanto trascurato, in quanto si tende a credere, erroneamente, che rappresenti un problema solo per chi dorme vicino a noi. Russare invece può essere il campanello d'allarme di patologie ben più serie. Per questo motivo è importante indagarne le cause.

Scopri i sintomi dell’OSAS

  Tutti i segnali da conoscere e riconoscere I sintomi dell’OSAS sono vari e si manifestano sia di giorno che di notte. Russamento, sonno senza riposo, mal di testa, sonnolenza diurna. Consulta l’elenco qui sotto e scopri se uno o più sintomi ti sono familiari. Forse non lo sai, ma potresti proprio soffrire di OSAS, […]