Torna a Disturbi del sonno

Sindrome delle Apnee Ostruttive (OSAS)

Dentro la Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno

Della Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS) potremmo soffrirne noi o i nostri figli . Prima di scoprirne appieno il significato, i sintomi e i fattori di rischio, facciamo un po’ di ordine e partiamo dal principio: le Apnee Ostruttive nel Sonno (OSA) sono provocate dal progressivo restringersi - a volte fino a ostruirsi - delle vie aeree superiori, poiché i muscoli si rilassano entrando nelle fasi più profonde del sonno. Ciò determina l’insorgere di interruzioni del flusso d’aria nelle vie respiratorie (apnee) o riduzioni (ipopnee), seguite da micro-risvegli che consentono di riprendere la normale respirazione. Il ripetersi di questi eventi, a lungo andare, altera la struttura del sonno che risulta così frammentato e poco riposante. I sintomi cardine delle apnee notturne sono il russamento, la sensazione di soffocamento, gli eccessivi movimenti durante il sonno e le apnee riferite dal partner.

Tutto sulla sintomatologia diurna

Le apnee ostruttive nel sonno appartengono alla categoria delle apnee notturne. Con l’aggravarsi delle OSA, si manifesta un quadro clinico complesso e con ripercussioni sul nostro benessere, denominato OSAS, Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno (dall’inglese, Obstructive Sleep Apnea Syndrome) caratterizzato da una specifica sintomatologia diurna: sonnolenza, affaticamento, cefalea mattutina, secchezza delle fauci, difficoltà a concentrarsi e problemi di memoria. A questi sintomi principali, spesso, se ne associano altri come una facile irritabilità, repentini cambiamenti d’umore, depressione, tachicardia, ipertensione arteriosa, fino a un severo scompenso cardiaco denominato “cuore polmonare”. Non meno importanti sono inoltre le sintomatologie legate all’apparato digerente, causate sempre dai problemi respiratori, che comportano bruciori di stomaco ed esofago, aumento della frequenza delle minzioni notturne e forte sudorazione.

I fattori di rischio e la diagnosi strumentale

Sono molti i fattori di rischio dell’OSAS, primariamente legati a obesità, scarso tono muscolare, particolari caratteristiche strutturali-anatomiche delle vie aeree superiori (accumulo di grasso su faccia e collo, strutture palatali o mandibolari anomale, ipertrofie tonsillari) nonché a un’alimentazione e a uno stile di vita scorretti (consumo di alcolici, tabacco, sostanze eccitanti). Il percorso di cura comincia da una diagnosi strumentale di OSAS richiede dunque una polisonnografia, ovvero il monitoraggio continuo di diversi parametri durante il sonno grazie a un polisonnigrafo. Trascorrere la notte in una struttura ospedaliera è però un disagio pratico e psicologico, per questo Sapio Life offre oggi il servizio di polisonnografia domiciliare SonnoService: comodo perché viene effettuato direttamente a casa del paziente e perché lo assiste in ogni fase, dall’applicazione dell’apparecchio fino alla consegna della registrazione per la refertazione.

Chiamaci per fissare un appuntamento

Richiedi la polisonnografia a domicilio,
fissa l’appuntamento

numero verde 800635040

Dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle ore 17.15
Il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 16.15

Siamo qui per risponderti

Compila il form per richiedere maggiori informazioni e per avere il supporto di un nostro operatore specializzato.