Torna a Disturbi del sonno

Respiro periodico e di Cheyne-Stokes

Un disturbo in loop

Il respiro periodico e di Cheyne-Stokes è una particolare forma patologica di respiro caratterizzata dall’alternanza ciclica di periodi di apnea, interruzione del respiro, e di iperpnea, cioè l’aumento del volume d’aria introdotto nei polmoni a ogni respiro e della frequenza respiratoria. Questo particolare respiro è dovuto a un’instabilità del sistema di controllo respiratorio, i chemorecettori.

Crescendo-decrescendo, questo è il problema

Come in un ritmo che oscilla, la respirazione diventa dapprima sempre più profonda, aumentandone la frequenza respiratoria, per poi decrescere progressivamente fino a scomparire. Il nostro sistema di controllo respiratorio “percepisce” in ritardo le variazioni di aumento e diminuzione dell’ossigenazione del sangue e induce in ritardo i meccanismi di regolazione. Un po’ come quando ci si fa la doccia e non si trova la temperatura giusta.

Le cause dell’oscillazione

Ad oggi le principali cause riconosciute sono riconducibili a disturbi degli emisferi cerebrali, disturbi cardiaci, o anche nel caso in cui si respiri ad elevata altitudine, che induce variazione di pressione di ossigeno e anidride carbonica nel sangue.

Il trattamento

In alcuni casi, come per chi vive in posti ad elevata altitudine, non è necessario intervenire. In altri casi è invece necessario individuare le cause che contribuiscono alla nascita del respiro periodico e di Cheyne-Stokes, curandole con il trattamento terapeutico corretto (ad esempio nel caso di scompenso cardiaco occorre intervenire con una cura farmacologica), e affiancare un tipo di ventilazione corretta che contribuisce a stabilizzare il sistema di controllo respiratorio.

Chiamaci per fissare un appuntamento

Richiedi la polisonnografia a domicilio,
fissa l’appuntamento

numero verde 800635040

Dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle ore 17.15
Il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 16.15