Torna a Disturbi del sonno

Dormitori lunghi

Quando il riposo è una costante

I dormitori lunghi sono persone che dormono più della media, solitamente oltre le 10 ore per notte: il loro è un sonno di buona qualità, al risveglio si sentono riposati e vivono una quotidianità performante. Questa particolare abitudine inizia nell’infanzia e si mantiene costante per tutta la vita, senza essere associata a patologie mediche o psicologiche. E se durante la settimana, per motivi di studio o lavoro, il dormitore lungo non dovesse riuscire a soddisfare le proprie ore di sonno, le compenserà durante il weekend.

Quali sono i sintomi dei dormitori lunghi?

Oltre al fatto di dormire regolarmente almeno dieci ore a notte, e di avvertire sonnolenza diurna nel caso non si riuscisse a farlo, i sintomi per adulti e bambini non sono poi molti. E soprattutto nei bambini non è affatto semplice riscontrarne i sintomi, poiché tutti i bimbi hanno bisogno di maggiori ore di sonno rispetto agli adulti: si considera quindi dormitore lungo un bambino che, regolarmente, dorme due ore in più rispetto alla media per età. Infine, discorso valido per gli adulti, è vivamente sconsigliato usare farmaci per aumentare la veglia, poiché comporterebbero solo effetti collaterali.

I numeri e le probabilità di essere un dormitore lungo

Circa il 2% degli uomini e l‘1,5% delle donne dormono almeno 10 ore al giorno. Anche la personalità del soggetto va tenuta in considerazione nell’analizzare la situazione, perché influenza considerevolmente il sintomo: le persone timide, introverse e depresse hanno infatti probabilità più alte di essere dormitori lunghi.

Chiamaci per fissare un appuntamento

Richiedi la polisonnografia a domicilio,
fissa l’appuntamento

numero verde 800635040

Dal lunedì al giovedì 9.30-13.00 e 14.00-18.00
Il venerdì 9.30-13.00 e 14.00-16.30