Torna a Disturbi del sonno

Sindrome da turnismo

Il disturbo è di turno

La sindrome da turnismo altro non è che un particolare disturbo del sonno dovuto ai turni lavorativi. I soggetti più colpiti sono sicuramente tutti quelli che cambiano spesso lavoro, chi cambia frequentemente orari di addormentamento, e chi ancora lavora in orari diversi da quelli diurni. I turni di lavoro anomali non riguardano solo turni tipici, con o senza notte e con rotazione più o meno rapida, ma anche il turno di notte fisso, gli orari prolungati (come per il settore dell’autotrasporto), il turno serale-notturno (diffuso nell’ambiente dello spettacolo, stampa) e il turno notturno-mattutino fisso (tipico dei fornai).

I sintomi per riconoscerla

Conoscere questa sindrome significa saperla anche riconoscere. Tra i sintomi più diffusi, troviamo insonnia notturna e sonnolenza diurna - anche nei giorni di riposo -, alterazioni dell’appetito, irritabilità e nervosismo cronici, difficoltà di concentrazione e diminuzione della reattività, e per le donne anche cicli mestruali e ovulatori irregolari.

Cosa può comportare

L’interruzione continua del ciclo sonno-veglia può causare insonnia e/o sonnolenza eccessiva. Tale condizione, di solito, persiste finché si lavora in orari diversi da quelli consuetudinari. Una volta che il soggetto inizierà invece ad addormentarsi a orari normali, il problema tenderà a svanire. Alcune persone infine, nonostante abbiano da tempo cessato gli orari a turni di lavoro, continuano a soffrire di tale disturbo.

Chiamaci per fissare un appuntamento

Richiedi la polisonnografia a domicilio,
fissa l’appuntamento

numero verde 800635040

Dal lunedì al giovedì 9.30-13.00 e 14.00-18.00
Il venerdì 9.30-13.00 e 14.00-16.30