Torna a Disturbi del sonno

Ipertrofia delle adenoidi o delle tonsille

L’infiammazione nemica del sonno

L’ipertrofia delle adenoidi, così come quella relativa alle tonsille, è un particolare disturbo che comporta l'aumento del volume delle cellule di cui le stesse adenoidi e tonsille sono composte, con una conseguente e dolorosa infiammazione, acuta e cronica, delle due zone. Nello specifico, l'ipertrofia delle adenoidi interessa le tonsille faringee - vegetazioni adenoidi -, mentre l'ipertrofia delle tonsille riguarda le palatine, poste in fondo al palato ai lati dell’ingresso della gola.

Ipertrofia delle adenoidi o tonsille, conseguenze sempre spiacevoli

La principale conseguenza dell’ipertrofia delle adenoidi e tonsille è la difficoltà a respirare, questa può provocare a sua volta rinosinusite cronica, deformità del palato (ogivale), malocclusioni dentarie, russamento e apnee nel sonno. Le conseguenze relative all’ipertrofia delle tonsille sono invece - oltre a russamento, apnee notturne e anomalie dentarie - infezioni dell’orecchio, reumatismo articolare acuto e infezioni renali.

Sotto i sei anni, da tenere sotto controllo

I due disturbi si manifestano soprattutto nei bambini, principalmente in quelli di età compresa tra i 2 e i 6 anni. È importante dunque non sottovalutare l’osservazione del bambino, sia di giorno a causa dell’inappetenza - spesso frequente -, sia durante il riposo notturno, poiché potrebbero presentarsi apnee con conseguenti pause di ventilazione.

Chiamaci per fissare un appuntamento

Richiedi la polisonnografia a domicilio,
fissa l’appuntamento

Dal lunedì al giovedìì 9.30-13.00 e 14.00-18.00
Il venerdì 9.30-13.00 e 14.00-16.30

Sono qui