Torna a Disturbi del sonno

Dormitori brevi

La routine del dormire poco

I dormitori brevi sono uomini e donne, di tutte le fasce d’età, che nonostante dormano meno di cinque ore a notte, presentano un sonno riposante e di buona qualità. Per loro dormire poco è una routine da non modificare nemmeno in vacanza, e nemmeno durante il relax del fine settimana. È dunque la personalità del soggetto che influenza la probabilità di divenire un dormitore breve, poiché le persone particolarmente attive ed energiche dormono generalmente meno delle altre.

Sintomi per i dormitori brevi e rimedi da evitare

Oltre a dormire meno di cinque ore a notte, un altro importante indicatore dell’appartenenza a questa categoria è necessitare di un sonnellino durante la giornata, poiché il soggetto probabilmente non dorme a sufficienza durante la notte, e il sonno diurno deve sommarsi al sonno notturno per raggiungere la quantità di sonno necessaria a garantirne la normale efficienza. Ricorrere all’utilizzo di farmaci ipnotici per aumentare le ore di sonno non è mai una buona idea, perché ai dormitori brevi non occorre dormire di più, e queste sostanze provocherebbero soltanto effetti collaterali indesiderati.

Le differenze con l’insonnia

Un dormitore breve non fa fatica a prendere sonno - e a mantenerlo -, chi soffre d’insonnia sì. Inoltre, la qualità del riposo di un dormitore breve è buona, mentre chi soffre d’insonnia ha una qualità del sonno assolutamente scadente, lamentando stanchezza e sonnolenza diurna.

Chiamaci per fissare un appuntamento

Richiedi la polisonnografia a domicilio,
fissa l’appuntamento

numero verde 800635040

Dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle ore 17.15
Il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 16.15